Velocizzare WordPress consigli utili

Velocizzare wordpress seguendo poche ma utilissime regole

Velocizzare un sito web è fondamentale per il posizionamento sui motori e le ottimizzazioni seo e per wordpress è abbastanza semplice se si studiano per bene i vari plugin per abilitare la cache delle pagine, degli ogetti e delle query al database. Oltre all’utilizzo dei plugin wordpress c’è sempre la possibilità di inventarsi qualcosa di nuovo per alleggerire il carico del server web o aggirare i limiti dei browser come Internet Explorer & Co.

Quando un browser (quindi il visitatore) richiede una pagina web ad un sito accade quanto segue:

  1. Il server risponde alla richiesta inviando il sorgente del documento (HTML)
  2. Il Browser interpreta il codice HTML e “capisce” cos’altro richiedere al server, ossia immagini, fogli di stile, file JS
  3. Il Browser inizia a richiedere al server tutti i file necessari per completare il caricamento della pagina e mostrarla all’utente ma, per limiti imposti, può richiedere solo un numero massimo di 4 files contemporaneamente (in genere ma dipende dal browser) allo stesso DOMINIO.
  4. Quando finisce il download di uno dei 4 files parte un nuovo download e così via fino alla fine…

A prescindere dal limite delle connessioni contemporanee per il download, argomento che approfondiremo dopo, bisogna anche considerare la grandezza in Kb di ogni singolo file che viene scaricato dal server. Se le immagini o i fogli di stile sono molto pesanti rallenteranno drasticamente il vostro sito web dato che i visitatori impiegheranno troppo tempo per il download.

Di seguito una serie di regole di base per evitare rallentamenti dovuti a negligenza:

  1. Ridimensionate le immagini prima di utilizzarle nei siti web oppure utilizzare un sistema di ridimensionamento automatico quando si effettua l’upload al server. E’ inutile inviare immagini troppo grandi o foto scattate a 10 MegaPixel, se lo fate non potrete mai e poi mai velocizzare wordpress.
  2. Se in una pagina web avete bisogno di un’immagine in versione miniatura, non utilizzate l’immagine grande restringendola tramite il parametro width, create invece una versione piccola dell’immagine sul server, eviterete rallentamenti ai vostri utenti anche se occuperete qualche Kb in più sul disco.
  3. Abilitate GZip sul server, ridurrete il traffico tra il server ed i browser degli utenti.
  4. Utilizzate le versioni “minified” delle librerie javascript e quando possibile caricatele direttamente da google come nel caso di JQuery, i visitatori non sfrutteranno la banda del vostro server per caricarle.
  5. Utilizzare sempre i fogli di stile CSS evitando gli stili in linea

Ci sono molte altre accortenze da prendere in considerazione ma quelle elencate, se trascurate, sono le negligenze più dannose per i siti web.

Ritorniamo ora al discorso del limite di connessioni contemporanee dei browser. Per eliminare questo collo di bottiglia ai vostri visitatori avete una sola soluzione. Sparpagliare i contenuti grafici, CSS, JS del vostro sito su vari domini. In questo modo il browser avrà la possibilità di scaricare contemporaneamente 4 files per ogni dominio che utilizzerete. Se ad esempio decideste di utilizzare 3 domini, i vostri visitatori potrebbero scaricare 12 files contemporaneamente ottenendo un’esperienza di navigazione più veloce e piacevole.

Proprio riguardo quest’ultimo aspetto ed alcuni problemi legati alle dimensioni delle immagini, oggi ho scritto un plugin per velocizzare wordpress che opera nel seguente modo:

  1. Quando faccio l’upload di una foto nella gallery la ridimensiona ad una larghezza da me definita. Lo so che wordpress crea le miniature ma io ho preferito ridurre anche l’immagine principale dato che non mi servono in qualità di stampa a 10 MPixel.
  2. Subito dopo l’upload ed il ridimensionamento dell’immagine avviene una connessione FTP ad un server secondario (MIRROR) e l’immagine ridimensionata viene copiata in una cartella di un dominio secondario.
  3. Quando in un articolo decido di utilizzare un’immagine, il suo percorso viene automaticamente convertito nel percorso del sito web di copia. In questo modo sfrutto una banda web aggiuntiva per velocizzare il sito e raddoppiare il numero di connessioni simultanee dei browser.

Con questo piccolo trucco ho ottenuto con un po di ingegno un risultato ottimo, meno spazio occupato sul server, meno banda occupata sul server, possibilità di sfruttare una banda secondaria da hosting veloci e low cost, dare all’utente un’esperienza di navigazione migliore. WordPress mette a disposizione veramente tante opzioni per poter ottimizzare un sito web sotto ogni aspetto, da quello seo a quello semplicemente di gestione dei contenuti.

Di seguito la schermata di configurazione del mio plugin:

Se desiderate ottimizzare il vostro sito web wordpress contattatemi, troveremo sicuramente una soluzione a qualsiasi problema di ottimizzazione seo, spero comunque che questo articolo vi possa essere d’aiuto per velocizzare wordpress.