Come vi avevo anticipato, quest’anno c’è stata la prima edizione italiana dell’SMX (Search Marketing Expo) di cui siamo stati gli sponsor con la nostra azienda la SEO Cube. Volevamo partecipare all’edizione di New York come visitatori ma quando ci si è presentata la possibilità di essere sponsor in Italia abbiamo optato decisamente per la seconda scelta.

Inizia il viaggio verso l’SMX

La mattina del 7 Novembre sveglia alle ore 5 del mattino e partenza verso Milano Malpensa dove ci aspettava una bella Lancia Galaxy 7 posti per arrivare al nostro Hotel , il bellissimo Hotel Enterprise in Corso Sempione, ma sfortunatamente l’ufficio AVIS che doveva essere aperto dalle 8 alle 24 era invece chiuso e dopo una ventina di minuti di attesa arriva un dipendente, apre la saracinesca e dinanzi alle proteste dei clienti dice, “ma io dovevo andare al bagno e sono qui da solo, che ci posso fare”, beh tu niente ma a noi ci hai fatto perdere l’apertura dei convegni.

Riusciamo ad avere l’auto, mi siedo al posto guida e scopro che l’auto ha il cambio automatico (mai guidata prima) , faccio i primi due metri in retromarcia poi cerco la frizione ma trovo il freno, lo premo a fondo e tutti sbattono la testa nel sedile anteriore, iniziamo bene huahahuauha.

Come potete notare dalla foto abbiamo portato al convegno anche la mia piccola Elisa, la SEO più giovane del mondo, il suo primo congresso a 2 anni credo sia un record!

smx in viaggio

Fortunatamente, una volta in movimento, l’auto si guida praticamente da sola, è una gigante bicicletta che ci porta in comodità all’Hotel Enterprise.

Enterprise Hotel a Corso Sempione

Gli dedico un titolo perché se lo merita al 100%, hotel di lusso, bellissimo, grande cortesia del personale ed ampi spazi comuni per il relax, la lettura o l’utilizzo dei notebook per lavorare, veramente una bellissima impressione confermata appena siamo entrati in camera per lasciare le valige ed andare ai congressi.

(Scusate la foto sfocata ma i cellulari possono anche essere a 48 megapixel, sono sempre cellulari)

Sala bar

Area comune 2 con divani e postazioni per lavorare nel silenzio più totale.

Sala letura

 MiCo Milano Congressi ingresso SMX Milan

Arriviamo a piedi all’ingresso dell’SMX ospitato da MiCo e scattiamo le prime foto ricordo

smx welcome

Questa la mia foto ricordo personale 🙂

ivano ingresso smx

E questa del mio socio Giuseppe Liguori

Peppe ingresso smx

Avendo scelto l’opzione di sponsorship più costosa ecco all’ingresso dell’area convegni il nostro cartellone pubblicitario.
Come potrete notare abbiamo deciso di non sfruttarlo esclusivamente a scopo promozionale per la vendita di servizi ma abbiamo optato per un messaggio di protesta contro le scelte di Google (Not Provided) e poi un nostro (doveroso) messaggio pubblicitario (altrimenti che sposorizzi a fare???)

Scala mobile

Come vi avevo anticipato, grazie all’incontinenza del dipendente AVIS ci siamo persi la prima parte del Congresso e siamo entrati quando ormai erano tutti nelle varie Sale a seguire i relatori, ma ecco in primo piano il nostro messaggio con il logo SEO Cube.

smx sponsor

Finalmente entriamo, ognuno sceglie la conferenza che più gli interessa, dal Social al SEM alla SEO, ci dividiamo ed iniziamo la nostra avventura all’SMX con i nostri badge al collo.

smx pass

Ci incamminiamo verso le nostre “mete” preferite

not provided

Conferenza SEO / SEM con Bill Hunt

bill hunt

Io personalmente ho assistito a quella sul Search Engine Marketing, uno degli aspetti che curo maggiormente nelle mie campagne SEO, è alla base di una qualsiasi ottimizzazione che non sia strettamente tecnica e strafottente sul reale effetto che potrebbe ottenere.

Il relatore era Bill Hunt, non vi dico chi sia in dettaglio perché non lo conoscevo fino ad allora ma vi assicuro che, come sempre accade, i relatori stranieri dimostrano una professionalità estrema mentre quelli italiani dinanzi alle domande del pubblico non sanno mai cosa cavolo rispondere. Dalla prima impressione ho notato proprio questo, i relatori italiani sono molto autopromozionali e dicono che fanno questo o quello mentre i relatori stranieri danno risposte, idee, fanno riflettere e spruzzano conoscenza da tutti i pori.

 Prime riflessioni dopo le conferenze

Appena finiscono le prime conferenze, mi incontro con i ragazzi e scambiamo quattro chiacchiere su cosa abbiamo ascoltato e tutti siamo concordi sul fatto che non è che si siano dette cose così innovative, tutte cose che conoscevamo e su cui lavoriamo ogni giorno.

D’altra parte credo sia anche ovvio che ad un convegno che tratti a 360° tutto quello che facciamo ogni giorno risulti “poco originale”, ma poi alla fine della chiacchierata, grazie al punto di vista di Carmine Di Donato,  siamo giunti al punto che se tutto quello che è stato detto da grandissimi esperti di fama mondiale lo sapevamo già allora vuol dire che stiamo lavorando bene e che il nostro livello aziendale è veramente alto, diciamola tutta, ci siamo sentiti bravi 🙂

carmine

Pausa pranzo, una buona occasione di incontro

Attendevo la pausa pranzo per due motivi, il primo era perché lo abbiamo sponsorizzato noi di SEO Cube quindi ero curiosissimo di vedere come si svolgesse e devo dire che è stato tutto di altissimo livello, il secondo era perché non esiste occasione migliore di incontrare, conoscere gente nuova e fare amicizia in un contesto così carino come un buffet.

pranzo smx

Io personalmente ho avuto il piacere di conoscere di persona Martino Mosna, persona veramente squisita con cui avevo avuto occasione di scambiare qualche opinione su G+ e che poi ho scoperto essere relatore ad SMX Milano.

Ho conosciuto anche Sante J Achille allo stand di Majestic SEO, idem per Luca Bove.  Ho anche incontrato Merlinox con il quale credo di aver avuto qualche battibecco SEO in passato 🙂

Ho incontrato di persona Gaetano Romeo con il quale scambio chat e messaggi da anni che mi ha presentato dei simpaticissimi esperti SEO di Ricardo.ch (quelli di trovaprezzi in Italia) , Sabrina Hummerl, Stephan Zimmermann e Verena Pfister (Grazie a Gaetano per avermi ricordato i nomi, non erano affatto facili)

Ho avuto il piacere di conoscere lo staff di Bruce Clay che hanno gentilmente offerto un bel Cookie alla mia piccola Elisa che ha gradito tanto ed anche Ale Agostini con il quale ci sono prospettive per una futura collaborazione su vari fronti.

Ho conosciuto anche Gianluca Fiorelli di Moz ma abbiamo parlato per un paio di minuti, girava ovunque in quanto relatore in più sessioni, spero di farci una chiacchierata seria sul nostro lavoro in futuro.

Ho avuto anche il piacere di conoscere una simpaticissima responsabile di Booking (mi scusi se non ricordo il nome ma non era facile) con la quale abbiamo fatto una bella chiacchierata anche insieme ai miei dipendenti

Ho anche avuto il piacere di rivedere alcuni clienti con i quali collaboro da anni ma che ho visto solo in fase preliminare di contratto e con i quali abbiamo condiviso la visione delle sessioni del congresso ed alcune riflessioni, opinioni e idee per le scelte future per la nostra collaborazione.

Se ho dimenticato qualcuno siete autorizzati a protestare vivamente nei commenti 🙂

La cosa bella del buffet è stata la collaborazione che SMX ha fatto con Carlsberg, praticamente birra a fiumi gratis per tutti 🙂

La cosa è piaciuta tantissimo sia a noi italiani che ai relatori stranieri che hanno elargito twit a tema birra dicendo che non vedevano l’ora di portare questa novità anche nelle edizioni americane 🙂
Sul tema è stato creato un hashtag apposito su twitter per pubblicare tutte le foto al congresso con la birretta in mano 🙂

free beer

E questa me la sono veramente gustata 🙂

ivano

Dopo la birretta nuovamente dentro a sentire le sessioni sulla Link Building.

Un mio intervento con un ingegnere di Google

Ivano : Salve, vorrei sapere se siete realmente sicuri che l’algoritmo di Google non permetta di fare porcate per ottenere il posizionamento organico. Io sono certo che le porcate funzionino ancora

Google : L’algoritmo di Google è molto complesso ed è estremamente difficile che ciò accada

Ivano : Prego, cerchi “keyword stuffing” su Google.it sono in prima pagina facendo keyword stuffing come dico chiaramente nella description che mostrate nella SERP

Google : Va bene ma forse questa è una query personalizzata o geolocalizzata

Ivano : No, è su Google.it con pws=0 , nessuna query personalizzata, nessuna geolocalizzazione, nessun utente loggato, nessun cookie, è una SERP pulita, scelta da Google in cui ho fatto keyword stuffing

Google : Beh magari il suo sito è rilevante per keyword stuffing (e qui devo dire che ha senso)

Ivano : Sarà anche rilevante ma è divertente… credo che il mio blog domani sarà bannato

Google : Ma no, non si preoccupi

hahuahuahuahuahuaua che spasso 🙂

La mia intervista all’SMX

Proprio quando avevo fatto “filone”, mentre ero in taxi mi chiama l’organizzazione dell’SMX e mi dice “Ivano ma dove sei? Dobbiamo fare l’intervista che andrà pubblicata sul sito ufficiale!”
Non potete immaginare la mia perplessità! Intervista? Io? Oddio, ma io non mi ci metto in telecamera 🙂
Comunque corro in hotel, mi cambio e corro al centro congressi per l’intervista.
Mi fanno delle domande e non riesco a non essere sincero, forse troppo e dico qulche bella cazzata che spero non andrà mai in quel video ufficial, ma non possiamo saperlo, di certo il mio socio mi dice che ho fatto delle facce buffissime e che pagherebbe per vederle nel video dell’SMX, io a questo punto pagherei per non vederle, a chi devo pagare?
Ad ogni modo se il video sarà pubblicato mi assumo le mie reponsabilità e ve lo pubblico per farvi fare quattro risate, un po di autoironia ci vuole, io faccio business, seo e marketing non video quindi possso tranquillamente riderci su 🙂

 Una serata Milanese

Alla fine delle sessioni , verso le 18.00 torniamo in albergo, una bella doccia e via per le strade della bellissima Milano, Doverosa fermata a Piazza Duomo.

Duomo di Milano

Davanti al duomo non possono assolutamente mancare le caldarroste

Caldarroste

E dopo direttamente a cena al Kapuziner, un bellissimo pub dove eravamo già stati qualche anno fa.

In tavola ho allestito la classe di Peppa Pig per la mia piccolina mentre lei mangiava inconsapevole una bella cotoletta di maiale con le patate huahuahuauh

Ho pensato alla maestra che dice a Peppa: “Peppa fai a brav altrimenti te faccio fa a fine e papà ind o piatt!!!”
Per i non napoletani : “Peppa fai la buona altrimenti ti faccio fare la fine di tuo padre che è nel piatto”

Peppa Pig

Ma la cotoletta era solo l’inizio, quando è arrivato lo stinco di maiale ci siamo sbizzarriti un po’ ad immaginare scenette che non vi sto a raccontare.

Peppa Pig 2

Secondo giorno all’SMX

Si parte con una colazione veramente strepitosa, all’Enterprise Hotel hanno uno Chef per la colazione che fa Frittate, Pancakes, Waffle, Bombette alla nutella, rotelline di pasta sfoglia all’uvetta e tante altre meraviglie!

Colazione

La mattina ho fatto “filone” (sega per quelli del nord) alle conferenze (non c’era nulla che mi interessasse in prima persona) e sono andato in giro con mia moglie per conoscere alcune utenti del suo sito web www.misya.info ma ho fatto di tutto per rientrare in tempo per il Keynote di Danny Sullivan.

Su twitter ho scritto che avrei saltato tutta la mattinata all’SMX ma che avrei fatto di tutto per tornare in tempo e conoscere Danny Sullivan al suo Keynote. Danny mi ha risposto scrivendo che anche lui si sarebbe perso tutta la mattinata e che forse no sarebbe arrivato in tempo… Credo che mi stesse prendendo per i fondelli in quanto in conferenza era a casa con Skype huahhauauh probabilmente ero l’unico fesso a non aver capito che non sarebbe venuto in persona all’SMX 🙂

Abbiate pazienza ma avevo un migliaio di cose a cui pensare e non ho avuto modo di capire questo “piccolo dettaglio”.

KeyNote

Al Keynote, Danny Sullivan era collegato via Skype, ed arano presenti in sala personaggio di rilievo come Ric Dragon, Ruth Burr di Moz, Andrew Goodman e CJ Sherman ed io ero seduto in primissima fila, da dove ho scattato questa foto.

Devo dire che mi sono piaciuti moltissimo Ruth Burr e Ric Dragon, sono perfettamente sulla mia linea di pensiero e questo non può che farmi piacere per quanto riguarda la strada che sto percorrendo nel mio settore, non può che darmi la certezza di star facendo le cose giuste e che contano realmente.

La cosa bella è che alla sera, sono andato al ristorante in Hotel per far cenare la mia piccola (poi sarei andato a cena da amici a Milano) ed il tavolo di fianco al mio era occupato da tutti quelli che vedete in foto. Sono sicuro che Ric e Ruth mi abbiano riconosciuto (non tanto per me ma per il fatto che mia figlia fosse l’unica child della conferenza) ed infatti ci siamo scambiati un sorriso, ma non ho avuto l’approccio da stalker di alzarmi ed andare da loro a presentarmi, erano in un momento di serenità, a cena, ed io non sono proprio il tipo di andare a rompere i coglioni alla gente, quindi è finita li.

Successivamente però tra un twit e l’altro ci siamo ritrovati a risponderci e seguirci e questo mi ha fatto veramente molto piacere, credo che abbiano apprezzato la discrezione e l’educazione che fortunatamente mi ha sempre distinto 🙂

A cosa è servito l’SMX Milan

Argomenti trattati:

  • Social Media per promuovere e per fornire assistenza ai clienti
  • Search Engine Merketing
  • Ottimizzazione SEO e Link Building
  • Importanza delle piattaforme Mobile
  • Come gli italiani ricercano sul web
  • Ricerche Geolocalizzate
  • Come creare il blog perfetto (approfondimento qui)
  • Not Provided, privacy o non privacy
  • SEO Tools
  • Altri argomenti che non ho potuto seguire, vedeteli direttamente su www.smxmilan.it

Per molti è stato un evento importante per cambiare le proprie direzioni operative, per la mia azienda no, eravamo perfettamente il linea con quanto è stato esposto,  ma devo dire che queste tipologie di evento vanno affrontate con lo stato d’animo giusto, non bisogna aspettarsi di imparare qualcosa ma di cogliere i punti di vista degli altri, di capire cosa credono che sia importante e cosa no, non come si faccia questo o quello ma solo carpire “la direzione giusta” che questi grandi esperti stanno percorrendo grazie alla loro professionalità ed esperienza pluriennale.

Per quanto mi riguarda, dall’SMX mi è arrivato un solo input importante per quanto riguarda l’aspetto Social, per il resto sapevo tutto e molto di più di quanto è stato detto quindi in conclusione non sono deluso affatto, chi ha parlato era molto autorevole ed il fatto che non mi abbia detto nulla che non sapessi è stata una grande dose di autostima, tutto ok, sono felice più di quanto non pensassi 🙂

What’s Next?

Ebbene si, bisogna chiedersi cosa faremo dopo l’SMX, ed un po’ di risposte ce l’ho.

  1. Sono sicuro che la mia azienda stia andando al 100% nella direzione giusta
  2. Ho conosciuto belle persone con cui avrò a che fare nel mio futuro prossimo
  3. Mentre ero all’SMX ho chiuso un contratto importantissimo che ci darà una nuova spinta
  4. Spero che i miei dipendenti prendano questa esperienza per essere spronati a fare e scoprire di più, studiare e provare a diventare dei super esperti del settore come Ruth Burr di Moz.
  5. La SEO Cube dopo questa esperienza sponsorizzerà sicuramente altri convegni importanti, ormai siamo dentro e ci piace anche tanto!
  6. Probabilmente inizierò anche io a parlare di SEO in pubblico se mi passa la paura da palco 🙂

Si torna a casa

Solita grande colazione in Hotel, valigie pronte, carichiamo il nostro Galaxy e ci mettiamo in viaggio verso Milano Malpensa. Una volta arrivati lasciamo tutti alle partenze ed andiamo al settore arrivi per consegnare l’auto ed il seggiolino della piccola.

Da lontano vediamo la saracinesca dell’AVIS abbassarsi e pensiamo, “sarà ancora l’incontinente?” ed invece no era una ragazza che riusciamo a raggiungere ancor prima che chiudesse del tutto, era a mezza serranda abbassata.

Le diciamo che dobbiamo consegnare le chiavi ed il seggiolino e lei ci risponde “mi dispiace ho già smarcato con il tesserino”. Noi perplessi diciamo che dobbiamo consegnare il seggiolino e che la serranda è ancora aperta e che oltretutto sul cartello c’è scritto “aperti dalle 8 alle 24” ma lei strafottente abbassa del tutto la serranda e ci dice di lasciare il seggiolino di fuori. Noi replichiamo “e se lo rubano???” e lei risponde “Ed io che posso farci ho smarcato già, arrivederci!”. Evviva la professionalità, comunque lasciamo le chiavi nel key return, il seggiolino di fuori e partiamo per Napoli incazzatissimi dopo aver chiamato e reclamato con servizio clienti AVIS!!!

Probabilmente i addebiteranno anche qualcosa a causa dei loro dipendenti sfaticati.

Eccovi la serranda abbassata di un esercizio AVIS a Malpensa che dice di essere aperto dalle 8 alle 24, magari la dirigenza neanche lo sa che i dipendenti invece fanno quello che cazzo gli pare, spero che apprezzino la segnalazione.

Avis Assurdo

E qui la foto con gli orari di apertura e tanto di serranda chiusa, il mio aereo era alle 14.45 quindi fatevi due conti e vergognatevi!

Avis ho già marcato il cartellino

Per la prima volta un post che non riguarda la SEO al 100%, un po’ di vita vissuta, di esperienze, un post più social che markettaro 🙂 spero abbiate gradito questo breve racconto sulla mia esperienza all’SMX a Milano.
[schema type=”event” evtype=”BusinessEvent” url=”http://www.smxmilan.com” name=”SMX Milan” description=”SMX Milan – Search Marketing Expo” sdate=”2013-11-06″ stime=”09:00 am” edate=”2013-11-08″ duration=”18:00″ street=”MiCo Milano” city=”Milano” state=”Italia” country=”IT” ]