Ogni dicembre tiro le somme di quello che ho fatto durante l’anno e dedico intere giornate a pensare a quali possano essere i nuovi progetti da implementare nel nuovo anno. Per il 2013 credo di avere in mente un progetto più grande di me ma questo mi da l’entusiasmo per buttarmi in quest’avventura molto impegnativa che dovrebbe mettere insieme tutti gli studi effettuati negli ultimi 4 anni nel settore SEO. I software che ho realizzato negli ultimi 4 anni mi hanno dato quella marcia in più per essere un passo avanti alla concorrenza, non lo dico per presunzione ma tutti i miei clienti che sono passati prima per altre agenzie (praticamente tutte quelle che conosco) mi hanno fatto i complimenti per la reportistica precisa, maniacale e per la qualità degli strumenti messi a loro disposizione non solo per monitorare l’andamento dei propri siti ma anche per controllare in tempo reale il lavoro che stavamo svolgendo per loro, una trasparenza che nessuno è in grado di offrire in Italia ad oggi. Ho sempre provato a mettermi dalla parte di chi affida il lavoro ad un consulente SEO o come nel mio caso ad una SEO Agency affermata. Il cliente sa benissimo che sta assumendo un “allenatore” che deve provare a far vincere la sua squadra e sa bene che nonostante l’impegno si può fallire e buttar via dei soldi. Come dovrebbe sentirsi un cliente a cui dici “devi aspettare, ci vuole tempo” se non gli dai la possibilità di capire almeno cosa stia accadendo nel frattempo? Beh sicuramente è una situazione frustrante, quindi ai miei clienti ho offerto la possibilità di lavorare con il mio team in tempo reale, cambiare keywords in qualsiasi momento, monitorare praticamente tutto ed essere supportato telefonicamente per capire il perchè di ogni nostra decisione, il tutto attraverso un pannello utente creato su misura. Partendo da quello che ho fatto in passato e che mi ha portato ad acquisire clienti di fama internazionale ho progettato qualcosa di nuovo che dovrebbe rappresentare l’antimotore di ricerca, un software che funzionerà sempre anche dinanzi a tutti i futuri aggiornamenti di Google e vi spiego perchè per passi.

  1. Anni fa era fondamentale solo il controllo delle posizioni delle keyword perchè Google ci forniva strumenti come il LINK: per vedere i backlink facilmente, si potevano copiare testi, si poteva esagerare con le keyword, quindi mi sono dedicato solo alla realizzazione di un software di monitoraggio, SEOMax Desktop
  2. Con l’introduzione della semantica nell’algoritmo di Google, ho modificato SEOMax realizzando un semplice motore LSI (motore semantico) per confrontare i risultati delle SERP e “tarare” le mie pagine web entro certi limiti.
  3. Con l’aumentare della concorrenza i fattori OnSite hanno perso gradualmente peso e per posizionarsi erano molto più importanti i fattori OffSite, quindi ho realizzato un nuovo software per gestire con un click circa 10.000 blog, un software di link building semi automatico ma su cui pubblicavo solo articoli unici, non spam.
  4. Con l’arrivo di Penguin sono stati “sterilizzati” i link provenienti da siti web di scarsa qualità, quindi praticamente il 60% di quelli che venivano utilizzati un po da tutti come siti di comunicati stampa, aggregatori di notizie, social bookmarks, directory ed in genere quelli con una percentuale globale di outbound link elevata, quindi ho realizzato un nuovo software per gestire il profilo backlink dei siti web dei nostri clienti con precisione per evitare di essere penalizzati e per reportizzare il lavoro al cliente.
  5. Con le penalizzazioni elargite in larga scala da Google il mio socio ha avuto l’idea di lanciare il sito web www.rimozionelink.it ed ha realizzato un software in grado di fare in automatico il lavoro sporco per scoprire link dannosi e reperire i contatti dei proprietari.
  6. Con l’ipotesi che i social signals potessero rappresentare un plus per il posizionamento ho avuto l’idea di monitorarli non solo per le pagine di destinazione del cliente ma anche per tutte le pagine che offrono link al cliente ed abbiamo integrato questa reportistica nel pannello di controllo dei clienti.
  7. Ho aumentato il numero di informazioni salvate negli archivi della mia azienda per fare in modo da avere informazioni sul posizionamento dei competitor dei miei clienti perchè, secondo me, se un cliente ti chiede “dove dovrei posizionarmi?” la risposta migliore è “vediamo per quali keyword sono posizionati i tuoi competitor leader di settore”, questo posso farlo con un click grazie al software realizzato.

L’idea di SEO Software per il 2013 si basa proprio su tutte le esperienze che vi ho elencato e dovrebbe girare 24 ore su 24 e tutti i giorni per acquisire informazioni sui posizionamenti, sui link, sull’html di ogni singola pagina web dei competitor di ogni mio cliente. Immaginate che domani un vostro competitor che era al 30 posto con una keyword importante vi sorpassi entrando in prima pagina al 2 posto, cosa avrà mai fatto? Beh il mio software dovrà sapere cosa è accaduto ogni giorno precedete l’evento, quanti e quali link ha ricevuto il competitor, cosa è cambiato nell’html della pagina, quanti social signals ha ricevuto la pagina, quanti link interni sono stati aggiunti a quella pagina e quanti fattori onsite sono cambiati, come sono state utilizzate le anchor dei link in entrata e tanti altri segnali che riterrò  importanti. Ragionando in questo modo “Google algorithm aware”, non mi interessa minimamente di cosa ci sia dietro a Google, mi basterà capire cosa ha funzionato per gli altri, per me conta e conterà sempre il risultato. Per gestire un software del genere sarà necessario fare anche uno studio dettagliato delle infrastrutture sia hardware che di rete e sopratutto una soluzione multi IP (al momento ne ho 255 ma non basteranno) per poter accumulare una mole così importante di informazioni ed avere la forza di calcolo per “raffinarle” per l’uso del cliente.
Il cliente avrà in mano uno strumento che gli permetterà di controllare praticamente ogni passo che faranno i suoi competitor, non sarà una lotta ad armi pari… Ora però devo realizzarlo, i primi di gennaio 2012 parte il nuovo software CodeName Sauron, un occhio sempre puntato sul competitor.