Corso SEO Online
Come ragiona Google
Nozioni SEO di base
Tecniche SEO Avanzate
Link Building
Web Marketing
Ottimizzazione contenuti
Monitoraggio
Esempi di ottimizzazzione SEO
Esperienze SEO
Post Correlati

PageRank cos’è il page rank di google

Pubblicato il 28 dicembre 2010 da

PageRank cos’è il page rank di google

Il page rank di google può essere visto come un indice di popolarità di un sito web sulla rete ma c’è da dire che non sempre un sito web con un pagerank alto è da considerare un sito di successo o un sito di qualità perhè manipolare il pagerank di google è fintroppo facile, almeno quanto è inutile ai fini del posizionamento. Quante volte vi è capitato di trovarvi nella situazione in cui richiedete uno scambio link con un sito web e vi viene rifiutato lo scambio perchè avete un pagerank più basso? Lo so che vi è capitato, capita a tutti e per i meno esperti questa situazione diventa molto frustrante, iniziate a chiedervi: “Se non ho un pagerank adeguato, come farò ad ottenere dei link in cambio?”.

Bene, questo è il meccanismo perverso sul quale si sono messe le fondamenta della vendita di links tanto combattuta da google. Praticamente google ha messo in moto il mercato dei link, a causa di quella inutile barretta che è il pagerank, e poi lo ha combattuto in tutti i modi possibili ed immaginabili minacciando penalizzazioni a chi vende links e così via. Non era meglio eliminare l’inutile pagerank? Ad ogni modo, idee di google a parte, il mercato dei links esiste ancora ed + più forte che mai, la gente crede che il pagerank serva per il posizionamento e spende migliaia di euro per link da siti web con pagerank elevato. Non esiste modo più stupido per gettar via denaro.

A prescindere dalle mie idee personali sul pagerank, arriviamo a descrivere di cosa si tratti e quale sia il concetto dietro al pagerank.

Ogni pagina web ha una sua storia, un insieme di link provenienti da siti web che l’hanno ritenuta interessante. Una curva di crescita dei links nel tempo che ne indicano la crescita di popolarità in un arco temporale specifico. I links ottenuti possono essere più o meno pertinenti all’argomento trattato dalla pagina che riceve il link e questo le conferisce più o meno valore a seconda dell’argomento trattato dal sito che offre il link. Se la nostra pagina parla di calcio e viene linkata da una pagina sportiva allora verrà conferita più importanza dato che “il consiglio” viene da una pagina molto pertinente. L’iniseme di tutti questi parametri contribuiscono a fornire a google tutte le informazioni necessrie per calcolare il famigerato PAGERANK per la pagina in questione. In linea di massima, una pagina con migliaia di link a tema, molto probabilmente, avrà un pagerank degno di nota.

Quanto influisce il pagerank sui risultati delle ricerche?
A mio avviso quasi zero, mi capita spesso e volentieri di vedere delle SERP (pagine dei risultati delle ricerche) dove ai primi posti ci sono siti web privi di pagerank seguiti da siti web con pagerank anche molto alti.

Concludo con un consiglio semplice per quanto riguarda il vostro rapporto di scambio link con i siti web. Non considerate affatto i siti web con pagerank nullo, molto probabilmente sono siti web nati solo per sambio link o sono totalmente bistrattati da google. Dal pagerank 1 in su vanno tutti bene ma scegliete solo i siti web che trattano i vostri stessi argomenti. Meglio un link da un pagerank 2 con argomenti pertinenti che un link da un pagerank 6 che tratta argomenti completamente fuori tema.

Il pagerank è un argomento che ho sempre ignorato, un argomento che ritengo estremamente inutile e fuorviante e lo dico sulla base dell’esperienza di anni di seo e posizionamento in cui il pagerank, almeno per me, ha ricoperto un ruolo praticamente insignificante ed inutile.

Tags:

  • Marck

    Il Pagerank non viene passato quando viene applicato il nofollow.. ma il trustrank secondo il tuo parere viene passato o meno dai link nofollow?

    Grazie.

  • http://www.ivanodibiasi.com Ivano

    Secondo me si. Se non voglio linkare un sito web non lo linko neanche con il nofollow :) quindi non vedo perchè ignorare del tutto una “segnalazione” se si mette il nofollow.

  • http://www.livellocasa.it gianluca

    Il PR misura la “qualità” della pagina ed il suo valore è “pilotato” dai backlink… ma sarà vero?
    Ad esempio la mia home page ha un PR=5, è stata fatta nel tempo una discreta azione di linkbuilding di qualità e sembra che la cosa abbia premiato a conferma delle tesi. Ma mi domando: perchè alcune pagine del mio sito hanno un PR=3 e non hanno neanche un link che rimanda a quella pagina? Perchè ho visto un dominio nuovo di zecca e dopo 15 giorni vedo un PR=4 senza neanche un backlink? Io ormai perseguo una sola strada, tentare di lavorare bene e correttamente, accorgimenti tecnici pochissimi: performances apertura HP, URL semantiche ed una spruzzatina di buoni contenuti… :) H1, H2 ecc.. gestiti il giusto ma senza farmene una malattia, i NOFOLLOW neanche uno… La verità secondo me è che nessuno sa cosa sia giusto fare! Io credo che se vado in un ristorante e mangio bene, ne parlo bene. Seguo solo questa semplice regola nel quotidiano del mio lavoro sul sito e col tempo i risultati li sto vedendo.

  • http://www.ivanodibiasi.com Ivano

    Hai centrato il punto, per posizionare un sito web non bastano le 4 cavolate che tutti decantano H1, H2 ecc… ci vuole sostanzialmente un lavoro di qualità nei contenuti. Il pagerank è una cavolata e si può manipolare facilmente, i link PR7 costano meno di 50 euro al mese, se li compri per 3 mesi hai un bel PR6 totalmente inutile :)

  • nicola

    Quanto influisce il pagerank sui risultati delle ricerche?

    Allora cosa realmente influisce a raggiungere le prime posizioni nelle serp?

  • http://www.ivanodibiasi.com/ Ivano Di Biasi

    Come dice Google stesso i fattori sono circa 200 :) a mio avviso influisce molto la qualità dei contenuti che offri, se sono eccellenti avranno successo tra la gente, otterranno link naturali e saliranno sui motori di ricerca