Non ho potuto fare a meno di notare la recente decisione di Google di non vendere più spazi Adwords a siti che vendono links.
In un primo momento Google ha fatto tanto baccano dicendo che la vendita di links alterava i risultati delle SERP a discapito della loro qualità e che quindi avrebbe fatto di tutto per scoraggiare questo tipo di attività. Nonostante avessero espresso la loro opinione a riguardo, continuavano però a farsi pagare, tramite AdWords, dai siti che vendevano links. In giro per il mondo, tutti hanno criticato la politica di Google dicendo che era alquanto ipocrita. Non era coerente parlar male di chi vende links e nel contempo farsi pagare da loro per pubblicizzarne la vendita tramite AdWords. Ora Google ha preso una decisione, quella di non vendere più spazi AdWords a chi vende links, ora il discorso diventa più coerente e ci fanno anche una bella figura perchè la gente crede che abbiano rinunciato a degli introiti pur di mantenere puliti i risultati delle ricerche. Provate ad immaginare cosa succederà ora. I siti che vendono links non saranno facilmente raggiunti da chi vuole acquistarli, solo quelli nelle prime pagine di ricerca avranno qualche chance. Ovviamente se il discorso di Google sarà preso alla lettera, i links venduti da questi siti dovrebbero avere un valore vicino allo zero dato che Google li conosce bene. Risultato? La vendita dei links è stata praticamente sconfitta, almeno finchè qualcuno non inventi un sistema alternativo che non dia nell’occhio e che quindi riesca a tenere alto il valore dei links. Morale della favola, chi acquistava links ora dovrà acquistare AdWords, quindi google ha rinunciato ad una piccola fetta di mercato (quella di chi vendeva links) ma in cambio avrà indietro tante ma tante altre fette di mercato da qualsiasi settore si voglia. Io adoro Google, sono dei veri e propri geni, una macchina da dollari senza limiti