Da quando ho partecipato al SEO World Championship mi sono arrivate molte richieste di consulenza seo ma a dire il vero erano tutti lavori piuttosto semplici, la concorrenza era poca ed i risultati sono stati estemamente facili da ottenere. Quando ero agli inizi mi basavo esclusivamente su una conoscenza nozionistica del tipo “lo scambio link non serve” oppure “i link non reciprochi hanno molto valore quindi bisogna procurarseli”, tutte nozioni banali ed alla portata di chiunque, non bisogna necessariamente essere SEO per fare questo tipo di cose. Nei vari SEO Blog che si trovano in rete si parla di nozioni, nozioni, nozioni ma di strategie? Nulla. Le strategie SEO sono la parte bella di questo lavoro, fare consulenza SEO non vuol dire propinare al cliente una serie di cavolate lette qua e la sulla rete e fargli spendere migliaia di euro in links. Ogni sito si trova in un contesto (sulla rete) diverso dagli altri, va inquadrato, va studiata la concorrenza (che magari è posizionata meglio ma non ha fatto nulla di che). Spesso chi fa il consulente SEO si presenta dal cliente, gli fa aprire explorer, va su google e gli chiede: “con quali keyword volete uscire primi?”, poi fa una ricerca per quella keyword, escono 12 milioni di risultati ed allora dice : “Cavolo, 12 milioni di risultati, è complicatissimo, bisogna fare un grande investimento”. Questo è il modo migliore per spillare soldi ai clienti. Ci vorrebbe un po di onestà. Il consulente SEO deve farsi pagare bene ma dovrebbe rispettare una certa etica, dovrebbe prima di tutto fare una vera e propria consulenza seo, analizzare la concorrenza, capire se si è posizionata facendo SEO o casualmente, dovrebbe “pesare” ogni singolo concorrente e stimare i costi in base ai risultati. Ma la consulenza SEO non è solo tecnica, ci vuole anche strategia. Il risultato che vuole il cliente è solo cercare su google la keyword che gli interessa e vedersi primo? Credo proprio di no. Il cliente vuole traffico al sito perchè è li che inizia il suo business. A volte i soldi spesi per posizionarsi con una keyword sono praticamente soldi buttati perchè non veicolano traffico. Un consulente SEO dovrebbe far capire al cliente che il suo obiettivo è far soldi, fare contatti, non uscire primo con una keyword. Un mio cliente (un’azienda importante che spende molto in seo), guadagna dal traffico che gli abbiamo veicolato circa 5 volte la somma che ci paga ogni mese, questi sono i risultati che dovrebbero aversi quando ci si avvale di una consulenza SEO. Quello che vorrei dire è che quando ci si rivolge ad un cosulente SEO non bisogna mai entrare nel merito delle keyword. Il consulente seo deve fare tutto da solo, l’azienda gli espone i propri obiettivi, gli illustra i settori di mercato che gli interessano e deve aspettarsi dei risultati. La consulenza SEO seria è marketing, strategia pura non posizionamento di parole e basta. Dalla mia esperienza (sempre fatta sul campo e non teorica), posso dire che la differenza tra i SEO che posizionano keyword ed i seo che fanno marketing è abissale, il consulente seo che posiziona keywords è come il pescatore che va a caccia con una lancia, chi fa consulenza seo e marketing pesca con la rete… Personalmente ho lavorato molto sul posizionamento di keywords ma le soddisfazioni più grandi le ho avute con idee e strategie che hanno portato ai siti dei miei clienti migliaia e migliaia di nuovi visitatori INTERESSATI $$$ e non capitati li per caso