Post Correlati

Article Marketing come funziona

Pubblicato il 1 dicembre 2010 da

In Italia l’article submission è tra le pratiche più diffuse per le campagne di link building ma spesso questa attività viene svolta in modo selvaggio badando solo ed esclusivamente alla quantità e non alla qualità dei links. Chi si accinge a svolgere questo lavoro, spesso, scrive un singolo articolo di testo o comunicato stampa, chiamatelo come volete, e reitera la pubblicazione su decine e decine di siti web che permettono l’invio di comunicati stampa online. Nell’articolo di testo c’è ovviamente il link al sito web con l’anchor text desiderata sperando di ottenere così dei miglioramenti nel ranking. A mio avviso l’article marketing, se fatto male, è una delle pratiche seo più inutili in assoluto e vi spiego anche perchè.

  1. Contenuti duplicati
    Pubblicando lo stesso articolo su più siti è praticamente inultile, google lo “capisce” senza alcun problema e non assegna alcun valore ai link successivi. L’ho provato empiricamente con un sito web RSS aggregator pubblicando inizialmente notizie uniche scritte dalla nostra redazione ed ottenendo centinaia di visite giornaliere. Non appena ho sospeso la pubblicazione di notizie originali dando invece priorità ai contenuti aggregati da altre fonti (volutamente duplicati) le visite sono crollate a 10 giornaliere. Ovviamente credo che google come ignora i contenuti duplicati nelle SERP sicuramente non trasferirà una “link juice” adeguata al sito linkato
  2. Concetto di link juice
    Ormai si usa questa metafora del “succo” che viene trasferito dal sito che linka a chi riceve il link. Bene se questo è vero, un articolo appena pubblicato ed oltretutto duplicato non ha succo da vendere, quindi non ha nulla da trasferire. Non vale la pena di perdere tempo a pubblicare articoli che valgono zero.
  3. Trasferimento del pagerank
    Simile al discorso della link juice, gli articoli appena pubblicati hanno pagerank zero e lo avranno, probabilmente, per sempre perchè passano per la homepage del sito di article marketing solo per qualche secondo dato che vengono pubblicati migilaia di articoli ogni giorno da persone o programmi automatici o semiautomatici.
  4. Perdita di reputazione dei siti di article marketing
    Se google combatte la vendita dei links, sicuramente combatterà anche l’acquisizione selvaggia di links da siti di article marketing. Non ci vuole molto a capire che un sito web viene usato per spammare. Ogni articolo pubblicato ha 2 o 3 links in uscita, spesso reiterati su numerosi articoli sullo stesso dominio. Se google vuole o vorrà o ha già voluto, i siti di article marketing varranno e/o valgono quasi zero.
  5. Inutili anche per portare esclusivamente visite
    Avete mai letto un articolo, che valesse la pena di essere letto, su un sito di pubblicazione gratuita articoli? Io ho difficoltà a leggere qualcosa di interessante anche su siti ben curati da persone che ci mettono il cuore ed il tempo a scrivere contenuti validi, figuriamoci se lo scopo della scrittura del testo è solo ed esclusivamente ottenere un link… Cosa vi aspetterete mai di leggere? Ritengo che anche per portare visite quindi, i siti di article marketing servano a poco o a niente.

Allora perchè questi siti vanno così bene in Italia e nel mondo? Perchè ogni giorno vengono pubblicati migliaia e migliaia di contenuti nuovi su questi siti? Perchè la gente ci perde tempo?
La risposta è semplice, ottenere un link buono è difficile, bisogna avere relazioni con webmaster o proprietari di altri siti web a tema, avere qualcosa da offrire in cambio perchè nessuno da qualcosa per niente, quindi ci si accontenta di link facili sperando che servano a qualcosa.

Come si ottengono dei link di qualità allora?
A mio avviso il modo migliore è quello manuale, chiederlo a chi può offrirlo ed avere la giusta “merce di scambio” per poterli ottenere.
L’article marketing può funzionare, e non nego che ne faccio largo uso con il mio staff, ma è importante saperlo fare bene. Gli articoli devono essere originali, ricchi di informazioni e devono essere scritti con tecniche di seo copy come se volessimo portarli ai primi posti sui motori di ricerca. Un articolo deve essere reitarato un massimo di 5 volte altrimenti dopo state perdendo tempo. Dall’article marketing aspettatevi quello che dovete aspettarvi, poco, ma spesso quel poso può bastare per ottenere risultati in settori di nicchia dove la concorrenza fa NULLA. Vi consiglio di utilizzare l’article marketing in situazioni difficili solo se, come si dice, “siete alla frutta” e tutto fa brodo…

Tags: ,

  • 100003691093338

    tu dici:
    Come si ottengono dei link di qualità allora?
    A mio avviso il modo migliore è quello manuale, chiederlo a chi può offrirlo ed avere la giusta “merce di scambio” per poterli ottenere.

    Bellissimo, d’accordissimo, ma … quale sarebbe questa merce di scambio?
    Prova a buttare giù qualche esempio concreto e fattibile, ma devi farmi molti esempi di “merci di scambio” perchè è evidente che non si può usare sempre la stessa “merceologia” per tutti i lavori di “relation establishment” con i webmasters o owners dei siti.