Post Correlati

Armi segrete dei SEO – software per il SEO

Pubblicato il 5 febbraio 2012 da

Armi segrete dei SEO – software per il SEO

Da quando ho iniziato la mia attività di SEO e nello specifico da quando mi sono dedicato al successo dei siti web dei miei clienti, ho dedicato ore ed ore ogni giorno allo studio per capire come avrei potuto offrire qualcosa in più rispetto agli altri che fanno il mio stesso lavoro. Devo ammettere di essere andato molto a rilento nelle mie ricerche SEO ma non è assolutamente dovuto a mancanza di voglia o entusiasmo, negli ultimi anni mi sono sposato, ho avuto una bimba meravigliosa, ho acquistato un appartamento, ho fatto raddoppiare ogni anno il fatturato della mia azienda, ho fatto conoscere la mia società all’estero (abbiamo molti clienti stranieri)  ed ho dedicato metà delle ore di sonno alla ricerca nel settore SEO ed allo sviluppo di nuove applicazioni per automatizzare il lavoro di SEM, Link Building e Reportistica, diciamo che dormendo 4 ore a notte sono riuscito a fare meno della metà di quello che avrei voluto e sono anche riuscito a fornire  gratuitamente un software SEO per monitorare i propri siti web (SEOMAX).
Dopo tanti sacrifici vi elenco gli strumenti che sono riuscito a creare per migliorare il lavoro della mia azienda e per fornire ai clienti un servizio sempre migliore

  1. SEO Engine
    Una libreria software sulla quale si basano tutti i miei strumenti SEO.
    La SEO Engine Library è in grado di svolgere i seguenti task:

    • Analizzare le pagine web dei miei clienti ed individuarne i difetti
    • Individuare la difficoltà per posizionare ogni singola parola chiave su Google
    • Analizzare i risultati di ricerca
    • Analizzare una pagina web ed individuarne fattori importanti per il posizionamento
    • Analizzare una SERP di google ed i primi 10 siti web per capire cosa fare per poter competere con loro
    • Salvare in un database tutte le informazioni per utilizzarle in futuro
    • Studiare la concorrenza
    • Individuare parole chiave ad alto traffico
    • Capire dove è posizionato un sito di un competitor ed individuare le sue keyword vincenti
  2. SERP Demo
    • Un software Crawler che lavora 24h su 24 per studiare i siti dei competitor
    • Studia le SERP ed acquisisce informazioni sul volume di traffico
    • Genera tabelle database da utilizzare a fini statistici
    • Crea suggerimenti per i miei clienti per aiutarli ad essere più presenti su google
  3. SEOMax Server
    • Il porting di SEOMax ad una versione più accessibile tramite web
    • Funzionerà anche per gli utenti Mac e Linux che si sono tanto lamentati per la mia unica versione Windows
    • Sarà gratuito per il properio sito web
    • Sarà a pagamento per le agenzie e per chi ha esigenze diverse
    • Fornirà informazioni prezione sul proprio sito web (cose di cui non si era a conoscenza)
    • Offrirà servizi di analisi dei competitor unici nel loro genere (neanche seomoz si avvicina lontanamente a quello che ho realizzato)
  4. SEO 3 (SEO CUBE)
    • Un motore di ricerca SEO per offrire ai clienti uno strumento unico di analisi della competizione
    • In fase di sviluppo (solo per il web) ma il core è pronto al 100%
  5. Espansione in UK con l’apertura di SEOThree (previsto per marzo 2012) a Londra

Di seguito vi incollo alcune immagini della versione BETA del nuovo motore SEO che ho offerto solo ai miei clienti:

Report dei baclink forniti ai clienti con possibilità di ricercarli per tipo di attività e per parola chiave (anchor text) utilizzata.

Report delle posizioni delle parole chiave del cliente con icona per andamento Up/Down/Stabile

Grafico scalata nelle SERP

Non voglio anticipare tutte le funzionalità dei nuovi progetti, vi ricordo solo che potrete visionarli nei prossimi mesi su www.seomax.it e su www.seo3.it

Spero vivamente che i progetti siano di interesse per chiunque voglia fare business online, il costo di tanto lavoro è stato il trascurare mostruosamente questo blog, ma vi assicuro che ritornerò a scrivere degli articoli interessanti, come potete vedere ho tante cose di cui parlare, tanti argomenti “arretrati” :)

Tutte le “armi seo” che ho utilizzato fino ad oggi per portare al successo i miei clienti le renderò accessibili a tutti dato che al momento non ho trovato praticamente nulla di simile sul web :)

A presto,

Ivano

Tags:

  • http://www.web-siena.it Web Siena

    Veramente molto interessante, seguo molto il tuo blog e spero tanto di diventare un bravissimo SEO come te!!

  • http://www.ivanodibiasi.com Ivano

    Ciao,
    io i commenti li approvo sempre ma non credere che non ne capisca il motivo :) a presto “Web Siena”

  • http://www.web-siena.it Web Siena

    Ciao,
    Certo, una persona del tuo livello professionale non ha bisogno di spiegazioni.
    Ti ringrazio per mantenere un link sul tuo blog, comunque volevo dirti sinceramente che seguo con grande attenzione quello che scrivi perchè sei una fonte importantissima di ispirazione!.
    Ti aspetto nel mio blog, quando sarà pronto, per poter ricambiare con moltissimo piacere!
    Un saluto da Siena.

  • http://www.seowebmaster.it Carmelo

    Questo sembra un software interessante, non è il solito SEO web tools!
    scusa la domanda Ivano, ma è in grado di calcolare o fare distinzione anche tra links acquistati e spontanei ? se l’arma segreta è acquistare links e fare dei redirect 301 già la conosco…

    http://www.google.it/search?q=link=www.ivanodibiasi.it

    http://www.globalwarming-awareness2007.na.it

    oppure mettere il = nofollow a tutti i tag per trattenere il PR nella homepage, ma generare lo stesso delle parole chiavi….

    io qui l’unica cosa che vedo è un buon Copywriter perchè sai scrivere essere interessante

    nel SEO conta di più la durata… quanto tempo pensi di restare nelle SERP forse 1 mese ?

  • http://www.seowebmaster.it Carmelo

    L’altra cosa interessante è invece come i post a volte siano un “miraggio” che si vede o non si vede :)
    chi lo ha postato lo vede, probabilmente anche l’admin del blog ma gli altri naturalmente no…
    quindi, dato che nessuno lo vede, vorrei capire fino a che punto funziona questo tipo di link-building con redirect 301 = http://seowebmaster.it/ivanodibiasi.png

  • http://www.ivanodibiasi.com Ivano

    Ciao Carmelo,
    globalwarming-awareness2007.na.it è il sito web con cui mi sono classificato tra i primi 10 seo al mondo al seo world championship, il 301 verso il mio sito web è ovvio in quanto sulla home page del contest seo c’è un link diretto e mi faceva piacere che redirettasse sulla mia pagina web, un minimo di gloria me lo merito dato che sono l’unico italiano che si è fatto conoscere nel mondo, motivo per cui ho il 50% dei miei clienti all’estero (e fortunatamente sono quelli che pagano). Per quanto riguarda il tempo che vorrei rimanere nelle serp… ci sono da anni ed anni con tutti i miei clienti… e sono clienti come Mondadori, Expedia, Liligo, Pixum, aziende di un certo livello… forse li avrai sentiti…

  • http://www.seowebmaster.it Carmelo

    Ivano non stò dicendo che tu non sia un professionista in questa materia, anzi il contrario!
    io pratico attività SEO da poco tempo, circa 1 anno e ho dovuto imparare molto in fretta, non
    ho avuto il tempo nè l’intenzione di fare corsi SEO sono un buon autodidatta.
    Tutto ciò che sò si basa su test e prove personali, anch’io ho dei clienti clienti ai primi su Google, su keywords competitive. E ti sembrerà strano io vado controcorrente, con il mio sito web ad esempio è costruito a frames e fà dei redirect javascript su user-agents e anche su meta tag refresh! Il mio sito è penallizzato dall’uso di queste tecniche, solo il 20% delle mie pagine sono negli indici di Google, io mi tengo in piedi ai primi 20 posti, sulla singola key = SEO solo con la links-building, ma sono tutti links puliti e ben visibili. Quindi pertendo da un sito giovane, penalizzato in partenza, con poche pagine negli indici, con un PR = 2 ma facendo solo “white hat seo” anche se il mio sito è black come colore, tra non molto forse, ti farò compagnia nella top 10 almeno su Google.it! Mi basta eliminare i fattori penalizzanti (che mi sono creato da solo). Cosa ne pensi di questo?

  • http://www.ivanodibiasi.com Ivano

    Ciao Carmelo,
    io non so come si sia finiti a parlare di black hat o white hat ma già che ci troviamo… Google dovrebbe bannare l’intero web perchè nel momento in cui mi vieni a parlare di link building stai ammettendo di fare uso di tecniche atte ad alterare il posizionamento di un sito web e fidati che non esiste sito che si rispetti che non lo faccia. La link building per google è già black hat (concettualmente) perchè non si tratta di link naturali ma di link ottenuti non per popolarità ma grazie ad acquisto/scambio/article marketing o quello che desideri :) Io sinceramente non amo dibattere di tecniche seo, scelte ecc… mi piace pensare solo ai fatti ed ai risultati, il tempo è prezioso :) come si dice a Napoli “Che parlamm affà?!?” , se vieni in prima pagina con SEO mi fa piacere a me non cambia nulla, nemmeno se arrivi primo figurati, il concetto di “parola chiave” per me è sorpassato, un sito web non può vivere di parole chiave ma di fama, fiducia, capillarità sull’intero settore di ricerca, la parola chiave singola ha valore pari allo zero.

  • http://www.seowebmaster.it Carmelo

    infatti la singola keyword non porta conversioni, può essere una vanity keyword da far vedere come risultato o meglio una che spinge le altre come long tails…

    ma io parlavo di link nascosti dai fogli di style css (questo intendo per black hat, non l’acquisto di un link in se stesso) cioè visitato solo dagli spyder o da googlebot, ha lo stesso valore di un link visibile, che ottiene dei click ? cioè se un sito web non risulta nei “referral” io credo che non venga conteggiato! “Che parlamm affà?!?” è uno scambio di opinioni questo. A che serve un blog altrimenti.

  • http://www.seowebmaster.it Carmelo

    Riguardo alla fiducia, ma soprattutto sulle referenze devo darti ragione, non si fanno clienti solo con il posizionamento su Google, bisogna parlare un linguaggio semplice e diretto, proporre soluzione a un problema e rispondere alle domande in modo preciso! nel mio caso forse 2 clienti su 10 li ho acquisiti dai risultati di ricerca… 8 su 10 dalle referenze di altri clienti.

  • 100001146543774

    ho preso oggi il porto d’armi e sono pronto a provare le tue armi…come posso fare?

  • 100001146543774

    ho preso oggi il porto d’armi e sono pronto a provare le tue armi…come posso fare?